Stramilano 2019: orari, percorso e vie chiuse al traffico

Team Calderone News

Redazione che si occupa della maggior parte degli articoli della testata. Appassionati della realtà Milanese, presenti su tutta la Lombardia

La gara podistica che saluta ogni anno la primavera milanese avrà luogo domenica 24 marzo con conseguenti blocchi del traffico nelle strade in cui si svolgerà l’evento. Limitazioni e disagi anche per i mezzi pubblici.

Anche quest’anno tante famiglie al completo, appassionati di ogni età e anche atleti professionisti il 24 marzo invaderanno le strade del centro città per una giornata all’insegna dello sport e del divertimento. Infatti la Stramilano è una manifestazione che ha sempre coinvolto persone di età e forma fisica diverse. Permette inoltre a bambini, giovani, famiglie e sportivi dilettanti non solo di misurarsi sui tempi e sulla prestazione fisica ma anche di scoprire la Milano che per mancanza di tempo non c’è mai la possibilità di osservare e apprezzare.

In contrapposizione all’entusiasmo provocato dall’evento c’è il disappunto degli automobilisti costretti a deviazioni e limitazioni della viabilità. Anche i cittadini che non intendono utilizzare l’auto, saranno costretti a fare i conti  con le limitazioni dei mezzi pubblici. Infatti, tram e autobus, oltre a non poter percorrere le strade riservate alla maratona, dalle 7 alle 14  subiranno rallentamenti dovuti al traffico nelle strade vicine ai percorsi. Coinvolta anche la fermata Duomo della metropolitana  che resterà chiusa dalle 7 del mattino fino alla fine dell’evento.

Come ogni anno la corsa si svilupperà in tre grandi percorsi: Stramilano 10 Km con partenza ore 9:00 da Piazza Duomo, Stramilanina 5 Km con partenza ore 10 :00 da Piazza Duomo e Stramilano Half Marathon lunga 21,097 Km con partenza da Piazza Castello alle ore 10.30.

Per fare in modo che i partecipanti della mezza maratona da 5 chilometri possano passeggiare o correre in sicurezza sarà disposto dalle 8:40 alle 10:30 il divieto di accesso, parcheggio e transito in:

via Giuseppe Mengoni, via Santa Margherita, piazza della Scala, via Case Rotte, Largo Raffaele Mattioli, via Adalberto Catena, piazza Filippo Meda, Corso Matteotti, piazza San Babila, Corso Venezia, via Palestro, via Marina, via Senato, via Sant’Andrea, via Montenapoleone, via Alessandro Manzoni, via Giuseppe Verdi, via dell’Orso, via Cusani, largo Benedetto Cairoli, Foro Buonaparte, piazzale Cadorna, via Pietro Paleocapa, viale Gerolamo Gadio, ingresso Parco Sempione, vialetti interni Arena Civica, e naturalmente il punto di arrivo alla Porta Libitinaria dell’Arena Civica.

Anche il percorso di 10 chilometri, sempre con partenza da Piazza Duomo, coinvolgerà una bella fetta dell’area milanese determinando il blocco della circolazione dalle 9:00 alle 12:45 nelle seguenti strade:

via Giuseppe Mengoni, via Santa Margherita, piazza della Scala, via Case Rotte, Largo Raffaele Mattioli, via Adalberto Catena, piazza Filippo Meda, Corso Matteotti, piazza San Babila, Corso Venezia, piazza Guglielmo Oberdan, viale Luigi Majno, piazza Tricolore, viale Bianca Maria, piazza Cinque Giornate, viale Regina Margherita, viale Emilio Caldara, piazza Medaglie d’Oro, viale Angelo Filippetti, viale Beatrice d’Este, piazzale di Porta Lodovica, viale Gian Galeazzo, piazza XXIV Maggio ,viale Gabriele d’Annunzio, piazzale Antonio Cantore, viale Papiniano, piazzale Aquileia, viale di Porta Vercellina, piazzale Francesco Baracca, via Enrico Toti, piazza della Conciliazione, via Venti Settembre, via Pietro e Maria Curie, via Molière, Ingresso Parco Sempione, vialetti interni Ingresso, fino all’arrivo alla Porta Trionfale dell’Arena Civica.

Alle 10.30  sarà invece il momento dei settemila corridori che parteciperanno alla Half Marathon, un anello con partenza e traguardo in piazza Castello. L’obiettivo dei partecipanti sarà battere il record della gara, i 59 minuti e 12 secondi registrati nel 2016 dal keniota James Mwanjii Wangari.  Qui di seguito il percorso.

viale Gerolamo Gadio, via Legnano, Piazza Lega Lombarda, viale Elvezia viale Giorgio Byron, via Melzi d’Eril, corso Sempione, viale Giulio Douhet, viale Elvezia, piazza Lega Lombarda, piazzale Biancamano, Bastioni di Porta Volta, viale Francesco Crispi, piazza XXV Aprile, Bastioni di Porta Nuova, piazzale Principessa Clotilde, viale Monte Santo, piazza della Repubblica, viale Città di Fiume, Bastioni di Porta Venezia, piazzale Oberdan, viale Luigi Majno, piazza del Tricolore ,viale Bianca Maria, piazza Cinque Giornate, viale Regina Margherita, viale Emilio Caldara, piazzale Medaglie d’Oro, viale Angelo Fillippetti, viale Beatrice d’Este, piazzale di Porta Lodovica, viale Gian Galeazzo, piazza XXIV Maggio, viale Gabriele d’Annunzio, piazzale Antonio Cantore, viale Papiniano, piazzale Aquileja, viale di Porta Vercellina, 1piazzale Francesco Baracca, via Enrico Toti, piazza della Conciliazione, via Alberto da Giussano, via Guido d’Arezzo, via del Burchiello, via Giotto, piazza Michelangelo Buonarroti, via Monte Rosa, piazza Giovanni Amendola, viale Ezio, piazzale Giulio Cesare, viale Belisario, viale Cassiodoro, piazza Sei Febbraio, viale Severino Boezio, Largo Domodossola, viale Duilio, piazzale Carlo Magno, via Alcuino, piazzale Damiano Chiesa, via Emanuele Filiberto, corso Sempione, via Melzi d’Eril, viale Giorgio Byron, viale Elvezia, via Legnano, viale Gadio. La fine del percorso è di nuovo in piazza Castello dopo 21,097 Km dalla partenza.

Alberto Cova, oro olimpico nel 10mila metri, parlarlando della Stramilano ha affermato: “ Milano sarebbe perfetta per corse così, se non fosse per un piccolo, cronico, problema: l’accoglienza dei milanesi. Eh sì, il problema c’è e resta, e temo non verrà risolto tanto facilmente. Perché è una questione di cultura sportiva, che in generale in Italia scarseggia. Se pensa al milione di spettatori impazziti di gioia che si accalcano alle transenne di New York per la maratona, la differenza è chiara. Ma non dispero che, alla lunga, i milanesi sapranno apprezzare il piacere di vedere la gente correre. Per intanto, se per una mattina non si può usare l’auto, c’è sempre il metrò”.

Team Calderone News

Redazione che si occupa della maggior parte degli articoli della testata. Appassionati della realtà Milanese, presenti su tutta la Lombardia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *