Account rubati su Whatsapp

A seguire la segnalazione della polizia postale continuano gli avvertimenti sui tentativi di truffa degli hacker via Whatsapp.

Hacker e hacking su web e su whatsapp

Il noto portale ha infatti subito nuovi attacchi di dubbia provenienza ma che sono riusciti a carpire dati e mescolare messaggi degli utenti. Messaggi di dubbia provenienza e account privati che ha individuato subito anche la redazione di Calderone.News (redazione.calderone.news).

Spesso può funzionare anche in questo modo: “Ciao ti ho inviato un codice per sbaglio, potresti rimandarmelo?”. In caso di risposta l’account di WhatsApp viene hackerato da i truffatori.

Il telefono della vittima viene utilizzato per rubare dati e account dalla rubrica del telefono e viene creata una specie di catena di Sant’Antonio!

Codici sotto assedio

I codici che vengono accumulati da WhatsApp normalmente non vanno mai condivisi e sono strettamente personali.

La polizia postale consiglia di attivare la “verifica in due passaggi” disponibile nell’area “impostazioni-account dell’App”. Sappiamo bene che è un ulteriore difficoltà a cui far fronte, ma a volte (poche) può essere la salvezza. Si tratta di inserire un ulteriore codice personale a sei cifre (come se di codici se non ne avessimo già abbastanza).

Se siete stati vittime di simili truffe lo si dovrebbe segnalare alla Polizia Postale. Non sempre ciò porterà a “investigazioni” o soluzioni, ma sempre meglio tentare. Chi è fortunato ! In ogni caso, non esitate a contattarci a [email protected] .

Calderone.News | Redazione

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *