Mobilità elettrica: in Lombardia 3.300 nuove colonnine per la ricarica

Team Calderone News

Redazione che si occupa della maggior parte degli articoli della testata. Appassionati della realtà Milanese, presenti su tutta la Lombardia

Il 2020 è stato un anno particolare anche per il mercato delle automobili. La pandemia ha portato a un crollo delle vendite ma c’è un dato che si distingue dagli altri: quello relativo alla mobilità elettrica. Sopratutto in Lombardia.

Mobilità elettrica: in Lombardia 3.300 nuove colonnine per la ricarica

Vendite auto elettriche in aumento

Con un +0,7%, che sembra poco ma è comunque superiore ai dati del 2019, la vendita di auto elettriche in Italia è in continuo aumento, così come quella dei veicoli ibridi plug-in (aumentati di oltre 20 volte rispetto all’anno precedente). Se questi dati sono rappresentativi a livello nazionale, lo sono ancora di più se circoscritti alla situazione della Lombardia che si rivela come la regione italiana più impegnata nella mobilità elettrica.

I motivi sono diversi ma hanno un filo conduttore. In primis il risparmio sul costo del carburante, ma anche l’obiettivo, di ridurre il proprio impatto ambientale e di cambiare il proprio stile di guida. Inoltre gli incentivi erogati dalla Regione Lombardia vanno a sommarsi agli incentivi statali. Questo permette a coloro che desiderano sostituire il proprio veicolo inquinante con uno a zero (o basse) emissioni di godere di notevoli sconti.

Incentivi della regione Lombardia per le auto elettriche

Il nuovo bando della regione Lombardia sugli incentivi in vigore dal 23 febbraio prevede importi diversi in base al veicolo che si desidera acquistare. Stanziati 8.000 euro per auto a zero emissioni (elettrica o a idrogeno), 4.000 euro senza rottamazione cumulabili con gli incentivi statali. Scende a 5.000 euro l’incentivo per le vetture con emissioni di CO2≤60 g/km e NOX≤85.8 mg/km (euro 6D benzina, metano, Gpl o ibride).

5 milioni di euro in due anni

Importante poi sottolineare che la diffusione dei veicoli elettrici è andata di pari passo con quella delle colonnine di ricarica. La Lombardia è una delle regioni che possiede più stazioni di ricarica in Italia, dislocate tra parcheggi pubblici e privati (come quelle dei supermercati) e stazioni di servizio.
Inoltre la Giunta ha approvato una delibera che destina 5 milioni di euro a fondo perduto in due anni (2mln nel 2021 e 3mln nel 2022) per sostenere gli Enti pubblici lombardi che intendono realizzare infrastrutture per la ricarica elettrica dei veicoli.

Con oltre 3.300 colonnine (quasi il doppio rispetto al Piemonte collocato al secondo posto), la regione Lombardia è quella più impegnata nella mobilità elettrica. Certo, le emissioni nulle, i costi di manutenzione ridotti, l’assenza di inquinamento acustico. E anche la possibilità di risparmiare sui parcheggi e di entrare nelle ZTL (da verificare di città in città), sono altri “incentivi” che non passano inosservati.

Il futuro della mobilità lombarda comincia a delinearsi. Infatti è decisamente orientato verso questa nuova tecnologia che si spera permetta anche di avere città meno inquinate e più silenziose.

Calderone.it | La redazione

Team Calderone News

Redazione che si occupa della maggior parte degli articoli della testata. Appassionati della realtà Milanese, presenti su tutta la Lombardia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *