TRUMP spodestato : come e perché

Per vedere Donald Trump spodestato, ormai ex presidente USA, hanno tirato in ballo persino San Francesco per ribadire la congruità delle idee di buona riforma e ricerca degli avversari (in questo caso democratici), e di cercare mezzi idonei per tornare al potere. Quasi quanto accaduto nel ’68.

TRUMP spodestato : come e perché

Alla fine anche Donald Trump ha invitato i suoi accoliti più determinati a tornare alla ragione e tornare a casa. In Pace, dopo irruzioni degli stessi all’interno del Palazzo del Congresso, dove si si sono riscontrati feriti e pure qualche morto.

Perfino Boris Johnson, leader britannico, ex naturale partner del Tycoon, fa un passo indietro e afferma che è il momento di lasciare ulteriori tafferugli populisti.

Capitol Hill

Andremo avanti fino al Congresso, perché dobbiamo lottare patriotticamente per le scelte del popolo americano.

Anche nei beceri al Senato, che erano 5.75 nei suscettibili conteggi georgiani, il Consiglio di scurezza ha voluto, o dovuto, dichiarare la leggera supremazia dei numeri del New Preident USA, Mr. Baiden.
Forse oggi è l’unico modo per affermare la suprema potenza.

Presidente Camera Nancy Pelosi

Arriviamo al 25° emendamento per il coprifuoco in USA, con il coinvolgimento della Guardia Nazionale. Una fatidica richiesta a cui si è trovato costretto Trump. Ripercussione primaria, l’impechement.

C”era una volta l’America

Reali spari sulla democrazia e sulla new nomination di Baidan quale nuovo presidente del Nord America.
La democrazia americana, sfregiata dagli “ultimi dei rivoluzionari”, come si definiscono i ben pagati oltranzisti, fa comunque un certo effetto.

Il 26° emendamento per far fuori Donald Trump prevede che il Vice Presidente possa prendere il posto del Presidente in carica nel caso di morte o considerata ineguadezza dello stesso Presidente eletto. Dal popolo. Porte sfondate e battaglie hanno messo Trump e signora (o teoricamente ex Signora, ma tuttora animatamente fedele) in una condizione di svantaggio. Nonostante numeri da giudicare.

Attacco alla Democrazia.

L’ultima spiaggia populista guidata a Washington dai Congresso si è guardata nelle tasche e nella posizione delle poltrone. Decisione facile in quegli ambienti.

La rimozione forzata di Trump, come spauracchio, non potrà avere seguito. Donald se ne andrà in buona pace per evitare conseguenze assurde nella storia USA. E forse per permettergli di tornare a proporsi come New President tra 4 anni. Ma con quanto accaduto l’ idea non solo pare incauta, ma pure molto, molto complicata.

Insomma, il “quasi” tentativo di Golpe Continentale è fallito. Non è stato compiuto. Ma la spaccatura e i gruppi di arrabbiatissimi dentro i casolari di Washington hanno dovuto perseguire più miti consigli data la questione di pallottole e di arresti.

Alcuni giornali italiani (parlando del Tycoon, alias Trump), lo hanno perfino definito “il fuori di testa”. Persona non più tollerabile e nemmeno responsabile, Certo è che l’ormai ex presidente USA sia andato oltre gli scenari, anche degli show mediatici da lui tanto amati.

Che si tratti di un gruppo di estremisti facinorosi oppure di gente con fede reale, si è arrivati alle esagerazioni. Sempre da evitare, visto che abbiamo avuto a che fare anche con persone che hanno dovuto passare le soglie dell’al di là.

Accertato che su questa linea si è spostato pure il Vice Presidente Mike Pence, scortato poi fuori dal palazzo come in in un film di Spike Lee.

MotorAge.it | Fabrizio Romano

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *