Lombardia Zona Rossa: penalizzazioni e divieti

Team Calderone News

Redazione che si occupa della maggior parte degli articoli della testata. Appassionati della realtà Milanese, presenti su tutta la Lombardia

Reintroduzione del semaforo delle regioni, divieto di asporto e vaccini anti Covid-19. In Lombardia ribadito il coprifuoco tra le 22 e le 5.

DPCM gennaio 2021: cosa cambia nelle zone rosse

Riuscire a tenere il passo con i decreti che, pressoché a cadenza bisettimanale, vengono varati dal primo ministro Giuseppe Conte sta diventando una vera impresa. Impossibile però sperare che passino inosservati dato che ciascuno di essi va a limare ulteriormente libertà di spostamento (e personali) che spesso sollevano onde di malcontento.

Del resto se il governo fosse un po’ più trasparente e meno autoritario, e spiegasse le motivazioni delle sue scelte, forse i cittadini si sentirebbero un po’ meno ingabbiati e avrebbero una stima maggiore dei loro governanti.

L’ultimo in ordine di tempo, almeno per adesso, è il DPCM del 14 gennaio 2021 che, tra i vari punti, proroga lo stato di emergenza fino al 30 aprile.

Semaforo delle regioni

La Lombardia è in “zona Rossa” ma definirlo un totale lockdown, almeno per il momento è prematuro. Certo è che la riattivazione del semaforo delle regioni ci lascia intuire che qualcosa è cambiato
Il cambiamento ha portato l’aggiunta alle zone gialle, arancioni e rosse di una “zona bianca” all’interno nella quale l’incidenza dei casi è inferiore ai 50 ogni 100 mila abitanti.

Ma la decisione presa dal Governo penalizza eccessivamente Lombardia, infatti è stata fortemente contestata anche dalla Regione che ha presentato subito ricorso al Tar del Lazio. Comunque, fino a che la nuove regole permangono lo scenario rimane devastante per una grossa fetta dell’economia lombarda e complicato per tutti i cittadini.

Cosa si può fare in zona rossa

Con il nuovo decreto resta in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino e dopo le 18 scatta il divieto di asporto per i bar pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie.

Rimangono chiuse piscine, palestre e impianti sciistici oltre a cinema, teatri e musei in Lombardia e nelle altre zone rosse. Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali nei mercati e in centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali e altre strutture assimilabili.

Fanno eccezione farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie. Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive, limitatamente ai clienti che alloggiano nella struttura.

Sono vietati gli spostamenti tra le regioni, salvo che per motivi di salute o lavorativi. Vietati anche quelli tra i comuni. Sono esclusi dal divieto gli abitanti di comuni con meno di 5.000 abitanti che possono spostarsi per comprovate esigenze entro 30km dal domicilio. In ogni caso è consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

La didattica invece, sarà in presenza nelle zone gialle e arancioni per le scuole secondarie almeno al 50% e fino ad un massimo del 75% della popolazione studentesca. Nelle zone rosse come la Lombardia invece rimane attiva esclusivamente la didattica a distanza.

Elezioni e vaccino anti Covid-19:

Le elezioni suppletive per i seggi della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica dichiarati vacanti entro 28 febbraio 2021 sono state rinviate entro il 20 maggio 2021, così come le elezioni dei Comuni i cui organi sono stati sciolti.

Viene istituita una piattaforma informativa nazionale per agevolare la distribuzione del vaccino anti Covid sulla base delle esigenze rilevate. Inoltre, su istanza della Regione, la piattaforma nazionale esegue le operazioni di prenotazione delle vaccinazioni. Oltre che di registrazione delle somministrazioni dei vaccini e di certificazione delle stesse, nonché le operazioni di trasmissione dei dati al Ministero della salute.

Adesso non resta che attendere il 5 marzo. Ultimo giorno in cui resterà in vigore il presente decreto, per scoprire cosa cambierà in Lombardia e nel resto del Paese.

Calderone.news | La redazione

Team Calderone News

Redazione che si occupa della maggior parte degli articoli della testata. Appassionati della realtà Milanese, presenti su tutta la Lombardia

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Gennaio 2021

    […] dal 24 gennaio, è stato un provvedimento molto discusso prima, durante e dopo. La decisione di classificarci come zona rossa ha costretto molti negozi ad abbassare di nuovo le saracinesche, proprio durante il periodo di […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *