Trenord: più corse, nuovi orari, stangate e scioperi

Team Calderone News

Redazione che si occupa della maggior parte degli articoli della testata. Appassionati della realtà Milanese, presenti su tutta la Lombardia

Nuove corse sulla linea Milano-Chiasso e i nuovi orari che entreranno in vigore dal 15 dicembre. Proprio il giorno in cui stato proclamato uno sciopero.

Trenord: più corse, nuovi orari, stangate e scioperi

Multe per mancati indennizzi

C’è una possibile stangata in arrivo per Trenord. Il Garante dei trasporti, segnala lacune in materia di indennizzi, di abbonamenti e sulle tempistiche massime per il riconoscimento del diritto all’indennizzo in caso di ritardo dei convogli. Per questo l’Authority ha deliberato l’avvio di procedimenti sanzionatori, con multe che possono arrivare fino al 10% del fatturato di ogni singola società. Multa a parte, non si è ancora capito come e quando i passeggeri riceveranno i dovuti indennizzi.

Più corse e nuovo orario

La buona notizia è che ci saranno due nuove corse nella tratta Milano Centrale-Como-Chiasso, il ripristino delle corse sulla tratta Luino-Gallarate-Milano e nuove fermate per il Milano-Cremona-Mantova. Inoltre in seguito alla riapertura del Ponte San Michele è stato riorganizzato il collegamento Milano-Paderno.

Il nuovo orario del servizio ferroviario di Trenord entrerà in vigore domenica 15 dicembre. Proprio il giorno nel quale il sindacato OrSa ha indetto uno sciopero che interessa il trasporto ferroviario regionale della Lombardia dalle 3 di domenica 15 alle 2 di lunedì 16 dicembre.

Essendo un giorno festivo non sono previste fasce di garanzia e quindi il Servizio Regionale, Suburbano, la Lunga Percorrenza di Trenord e il Servizio Aeroportuale, potranno subire variazioni e/o cancellazioni.
La reazione di Trenord è stata durissima: “Scelta di totale indifferenza verso il diritto alla mobilità dei cittadini he rischia di generare disagi significativi anche sulla viabilità stradale”.

Sciopero nel periodo natalizio

In realtà OrSA, che rappresenta poco più del 14% del totale del personale, ha scelto la via conflittuale, puntando chiaramente a nuocere tanto i lavoratori non aderenti allo sciopero quanto le migliaia di persone che hanno programmato di utilizzare il treno alla vigilia delle festività natalizie. Come ad esempio i passeggeri che hanno programmato una visita alla “Città dei Balocchi” di Como, manifestazione per cui le istituzioni locali hanno invitato i visitatori a utilizzare i mezzi di trasporto pubblici, potenziati per l’occasione.

In risposta allo sciopero del 15 dicembre Trenord, per evitare rischi per l’ordine e la mobilità pubblici, ha organizzato trasferimenti con autobus sostitutivi senza fermate intermedie per le eventuali corse non effettuate tra Milano Cadorna (in partenza da via Paleocapa, 1) e Malpensa Aeroporto e tra Malpensa Aeroporto e Stabio.

Calderone.news

Team Calderone News

Redazione che si occupa della maggior parte degli articoli della testata. Appassionati della realtà Milanese, presenti su tutta la Lombardia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *